Dopo tutto questo tempo, possiamo ancora considerare il turismo come un elemento sacrificabile, specie in Italia?

“Se continuiamo con il coprifuoco il turismo non lo recuperiamo più. È una misura illegittima, in una democrazia lo Stato non ha la libertà di dirti quando uscire di casa, noi lo abbiamo accettato all’inizio ma dopo un anno e mezzo va abolito, e va abolito oggi. Inoltre, è una misura inutile perché significa comprimere gli orari e questo porta agli assembramenti e non li toglie”. Queste le parole di Giorgia Meloni rilasciate a mattino cinque.

Dopo tutto questo tempo, possiamo ancora considerare il turismo come un elemento sacrificabile, specie in Italia? Dobbiamo trattarla come un’attività secondaria o dovremmo fare di tutto per ripartire in sicurezza?

Le risposte, le lasciamo a voi

Noi ci limitiamo a dire che serva uno sforzo coeso di organizzazione, non solo per consentire agli italiani di andare in vacanza, bensì anche per consentire ai turisti stranieri di venire in italia e per utilizzare la rampa di lancio per far ripartire un settore così importante come quello del turismo. In sicurezza.